CARPATHIAN ADVENTURE 13°giorno

DOMODOSSOLA – LA SPEZIA km 399

Per l’ultimo giorno del viaggio ho deciso di fare tutte strade secondarie e di prendermela con calma. Ho davanti circa 400 chilometri gran parte dei quali in una zona per me sconosciuta ed una intera bella giornata per percorrerli. Dopo una buona colazione in hotel, partenza verso le 8:30 sulla strada statale che costeggia il Lago d’Orta, a occidente del Lago Maggiore, passo Borgomanero e mi ritrovo a seguire il Parco Naturale della Valle del Ticino sino a Pavia. Dalle parti di San Leonardo attraverso il Pò con un grande ponte in metallo, un po’ lasciato andare, sul quale campeggia la scritta: “Per Provvidenza dello Stato Risorto dai danni di guerra, l’anno MDCCCCL”, l’anno della mia nascita. Piano piano proseguo su piccole strade Provinciali attraversando le alte colline dell’Oltrepò Pavese; incontro un ciclista con la bici a terra che come me è rimasto colpito da un gruppo di mucche bianche che pascolano sulla collina e le vuole fotografare e su sua indicazione mi fermo a mangiare in un ristorante dalle parti di Ruino, poi proseguo per Bobbio dove alla vista dell’antico ponte mi sento a casa. Mi piacerebbe incontrare gli amici e allora mando un messaggio al gruppo whatsapp dei Bikers 5 Terre per vedere se qualcuno, libero da impegni, ha voglia di venirmi incontro e di stare un po’ assieme, l’unico che può è Gian Ruello, così decidiamo di incontrarci al solito bar a San Pietro Vara. Salgo a passo veloce a Santo Stefano d’Aveto e con il familiare Passo del Tomarlo mi avvicino a Bedonia e poi al Passo delle Centocroci. Strette di mano e abbracci con Gian, una coca insieme e poi via, ognuno per la sua strada, le ultime curve della Foce mi portano a casa.

Powered by Wikiloc

 
20180622_0704CARPATHIAN ADVENTURE.GPX

 

Articoli recenti